Sulle pendici del Monte Fosola, tra Felina e Carpineti, esiste un’enorme panchina rossa, fuori dalle consuete misure. Affacciata su un panorama da togliere il fiato, la Panchina Gigante del Monte Fosola ti fa tornare bambino: i piedi che non toccano a terra, la voglia entusiasta di cavalcarla e lo sguardo perso nell’orizzonte. Che aspetti? Andiamo insieme alla scoperta di un luogo reggiano “oltre le solite mete”!

La Panchina Gigante del Monte Fosola, nel comune di Castelnovo ne’ Monti, è la nostra prima tappa del progetto #RicominciodaReggioEmilia, nato in collaborazione con Laura Zampetti de @i_weekendieri, per promuovere e valorizzare le bellezze della provincia di Reggio Emilia.

Leggi il post se vuoi saperne di più sul progetto!

View this post on Instagram

💥#RicominciodaReggioEmilia. Oggi siamo partite col PROGETTO!😍 . Ancora non lo sapete? Ora vi racconto di più riguardo a #RicominciodaReggioEmilia, il progetto ideato per promuovere la bellezza della provincia reggiana. . Sono nata a Reggio Emilia, è nel mio cuore, è la mia culla, il mio luogo protetto. Potreste pensare che una viaggiatrice consideri casa il mondo, ma per me non è così. Reggio Emilia è il mio tetto e come tale le regalerò il valore che lei mi ha saputo dare in questi 20 anni. ➡️E così, in collaborazione con Laura dei @i_weekendieri, nasce #RicominciodaReggioEmilia, una vera e propria "maratona" di 5 giorni per condividere e riscoprire insieme tante meraviglie a pochi conosciute! Un vero itinerario "oltre le solite mete"! Ma scopriremo anche le tipicità di Reggio e la sua storia tra castelli e centro storico. 🔖 Dal 29 giugno al 3 luglio condivideremo qui su instagram le ricchezze culturali, storiche e naturalistiche di Reggio Emilia. 💡 Curiosi di scoprire le tappe?! 😍 Ecco un'anticipazione, ma non vi sveleremo tutto! 1️⃣ Alla ricerca della Panchina Gigante del Monte Fosola. 2️⃣ Alla scoperta delle Terre Matildiche e del BioAgriturismo Casa Corra. 3️⃣Un pomeriggio nel centro storico di Reggio Emilia, con tanto di cenetta sfiziosa in uno dei migliori locali del centro @cartoleriaminerva.re 4️⃣ Visita ad una delle cantine più storiche della Provincia @venturini_baldini 5️⃣Scopriamo insieme Gualtieri, uno dei borghi più belli d'Italia. ‼️ E tu? Ci seguirai nel nostro piccolo grande viaggio a Reggio Emilia? Comincia a usare anche tu l'#RicominciodaReggioEmilia! #RicominciodaReggioEmilia #reggioemilia #inemiliaromagna #igersemiliaromagna #turismo #italiadascoprire #gualtieri #centrostorico #igersreggioemilia #emiliaromagna_super_pics #emiliaromagna_cartoline #lupiingiro #travelblog #emiliaromagna

A post shared by Luna Ferrari – Travel Blog (@lupi_ingiro) on

Perché la Panchina Gigante del Monte Fosola?

Le Panchine Giganti, meglio conosciute come Big Bench, sono un simbolo delle Langhe piemontesi, dove grazie a Chris Bangle è nata l’iniziativa BIG BENCH COMMUNITY PROJECT (BBCP). A quale scopo? Per sostenere gli artigiani e le comunità locali dove la panchina viene realizzata, ma anche per valorizzare punti panoramici nascosti che altrimenti rimarrebbero sconosciuti. La prima panchina venne realizzata nel 2010 e in pochi anni il progetto conquistò tutto il nord Italia, con più di 100 panchine colorate!

La Panchina Gigante del Monte Fosola è la numero 58 e si deve a Claudio Ferrarini. Nel 2018, qui sul Monte Fosola venne inaugurata la prima Big Bench di tutta Reggio Emilia e dell’Emilia Romagna!

Ma dietro a questo progetto No Profit c’è molto di più. Lo percepisco scalando la Panchina Gigante e ammirando il panorama coi piedi che sventolano nel vuoto. Qui si torna bambini.

View this post on Instagram

1️⃣ Prima tappa del progetto #RicominciodaReggioEmilia: Panchina Gigante del Monte Fosola!⠀ ⠀ ➡️ Ieri mattina vi abbiamo portato in un luogo insolito tra i monti di Reggio Emilia, una vera e propria tappa "oltre le solite mete", come mi piace chiamarle. ⠀ ⠀ Era da tempo che desideravo vedere una delle Panchine Giganti ideate da Chris Bangle. Avevo addirittura pianificato un itinerario nelle Langhe, tra vigneti, tartufi e Grandi Panchine! 🍇⠀ ⠀ Ma non avrei mai immaginato di cavalcarne una per la prima volta qui a Reggio Emilia. A Reggio Emilia! ⠀ ⠀ 💕 Lentamente, salendo dai pendii del Monte Fosola, tra Felina e Carpineti, ho cominciato a scorgere all'orizzonte una grande sagoma, rossa, e alle spalle, uno dei panorami più belli che abbia mai visto qui a Reggio: dalle colline di Castelnovo Monti, alla Pietra Di Bismantova, fino al Monte Cusna e al Ventasso. Ho respirato meraviglia. 💕⠀ ⠀ Allo stesso tempo mi sentivo ancora bambina: salire sulla grande panchina quasi per gioco, i piedi che non toccano terra, e quella bizzarra capanna chiamata "hotel degli insetti". 👧🏻⠀ ⠀ Eh si, dovete proprio venirci anche voi! ⠀ ⠀ Se vi siete persi le storie sulla Panchina Gigante del Monte Fosola, le trovate in evidenza nella sezione "Reggio Emilia". ⠀ ⠀ Condividi il progetto e usa anche tu l'#RicominciodaReggioEmilia per le tue avventure nella provincia! ⠀ ⠀ E oggi, vi porteremo alla scoperta della seconda tappa. Seguimi nelle storie per scoprire le bellezze di Reggio Emilia! ⠀ ⠀ #RicominciodaReggioEmilia #panchinegiganti #bigbench #reggioemilia #castelnovonemonti #lupiingiro #visititaly #emiliaromagna #igersemiliaromagna #turismo #travelblogger ⠀

A post shared by Luna Ferrari – Travel Blog (@lupi_ingiro) on

Dove parcheggiare e come raggiungere la Panchina Gigante del Monte Fosola

Per raggiungere la Panchina Gigante del Monte Fosola ci sono due possibilità. Se desiderate camminare più a lungo, circa un’oretta, potete raggiugere il piccolo borgo di Felina e lasciare l’auto nel grande parcheggio sterrato di Parco Tegge. Da qui, percorrerete una stradina in salita immersa nella vegetazione e in bellissimi punti panoramici sulle montagne di Castelnovo ne’ Monti. Attraverserete le casette in pietra di Palareto, un piccolo borghetto immerso nella natura. Arriverete fino al B&B Ca’ Barucca, un’oasi di pace e silenzio ricavata da un vecchio Metato, un essiccatoio di castagne. Già da qui la vista sulla Pietra di Bismantova è meravigliosa! Ma proseguendo verso la cima del Monte Fosola, il panorama si aprirà in tutta la sua bellezza.

Come abbiamo fatto noi, potete anche parcheggiare nello spiazzo davanti a Ca’ Barucca ed intraprendere la salita di circa 15 minuti che porta alla Panchina Gigante. Da qui partono anche altri sentieri CAI, come quello per il Castello di Carpineti. I percorsi sono ben segnalati, la strada è sterrata e potrebbe essere fangosa dopo la pioggia, ma in giornate di sole, non c’è nulla di meglio che veder comparir pian piano da lontano la sagoma rossa ed enorme della Panchina tanto immaginata!

Piccole sorprese all’arrivo alla Panchina Gigante

Arrivati in cima notiamo una bizzarra capanna: è il Bug Hotel, ovvero “l’albergo degli insetti”, un’attrazione insolita anche per i bambini! Notiamo anche una piccola cassettina chiusa. Intagliata nel legno, leggo una frase curiosa: “Sogni e progetti del Fosola”. La apro e mi meraviglio! All’interno sono contenute tantissime cartoline raffiguranti la Panchina Gigante e il panorama mozzafiato su cui si affaccia.

Bug Hotel, l’Hotel degli insetti vicino alla Panchina Gigante

Ma non è finita qui! Un cartello indica la direzione della Trattoria Aquila Nera di Felina. È lì infatti, che potrete far imprimere sul vostro Passaporto BBCP il timbro che riporta il nome del luogo in cui vi trovate e il logo delle Panchine Giganti. Così, ogni panchina diventerà una nuova meta da raggiungere e un luogo magico da inserire nella vostra collezione di ricordi.

Ora non resta che cavalcare la Panchina Gigante. Io sono piccolina e pensavo che salire fosse un’impresa più ardua, invece no! Le dimensioni della panchina mi fanno sentire ancora bambina, coi piedi a penzoloni e con un’altra prospettiva sul mondo: le colline di Castelnovo ne’ Monti, il Monte Ventasso e il Cusna, fino alle Alpi più lontane. Le guardo ora con occhi nuovi, di meraviglia e di piccolezza al loro cospetto.

Scopri anche le altre tappe del progetto #RicominciodaReggioEmilia!

Salva il Pin su Pintrest e condividilo con i tuoi amici!

Ti aspetto sul mio profilo instagram per continuare a viaggiare con le mie avventure giornaliere!

Se ti vuoi immergere nella natura, leggi anche dove si trova la Caletta nascosta della Liguria e il Parco delle cascate di Molina!

Se ti è piaciuta la Panchina Gigante del Monte Fosola, lascia un like, e condividi con i tuoi amici! 

Iscriviti alla newsletter qui sotto per rimanere aggiornato sui miei racconti di viaggio!

Panchina Gigante del Monte Fosola: a Reggio Emilia “oltre le solite mete”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *